“Ensemble, c’est tout”: il cinema francese non si smentisce mai

“Semplicemente insieme” in italiano, mi è apparso casualmente davanti in un pomeriggio di zapping-relax. Vi dirò, oltrettutto, molto sinceramente che l’ho visto a spizzichi e bocconi alternando tra questo ed un altro film. Lo faccio spesso, anche se so che non dovrei.

Cosa ce ne parli a fare allora, se neanche l’hai visto per bene?

Perché è un’occasione per dirvi quanto mi piace Guillaume Canet, l’attore francese protagonista maschile di questo film nonché primo – e forse unico? – attore francese che sia riuscito a farmi piacere il cinema francese. Insomma, in “Ensemble, c’est tout” è tutto molto molto francese, lo avrete intuito. Gli attori sono francesi, le espressioni sono francesi, i tempi – lenti ma eccezionalmente non noiosi – sono francesi, le ambientazioni sono francesi, il libro su cui è basato e la sua scrittrice sono francesi, il regista è francese, l’atmosfera è bohémien. Ed il bohémien è intrinsecamente francese.

ensemble-c-est-tout-2007-12-gMa vi dicevo di Guillaume. Un attore fantastico, che mi è piaciuto tantissimo anche in altre pellicole come “Jeux d’Enfants” e “Last Night”, e che in questo particolare film era affiancato da un’attrice altrettanto brava, altrettanto originale ed altrettanto affascinante come artista: Audrey Tatou. Guillaume impersonava un ragazzo incompleto, dolce e premuroso ma forse impaurito da questa parte di se stesso, fragile e impulsivo. Il personaggio di Audrey scopritelo da soli, lei è sempre molto…a modo suo.

La trama è semplice, francese, sfuggente: appena nasce in te un’emozione la scena scappa, i personaggi svoltano e ti rendi conto di aver bisogno di un’emozione diversa da quella precedente, che non si adatta più alla scena. Ti ritrovi così a rincorrere il compimento di quel sentimento, a volte positivo a volte negativo, che….arriva? Arriva, ma non vi dico né come né quando. Anche perché in fondo ognuno trova poi i suoi finali parziali, le sue soddisfazioni intermedie in attesa dell’ (happy?) ending. Non che ci sia volontariamente suspence, è una commedia drammatica non un thriller, ma è la trama stessa a creare questo gioco con il proprio spettatore che coinvolge e attrae.

Il film è del 2007 ma per chi di voi non lo avesse visto, ecco il link per guardarlo in streaming: http://streamay.com/2280-ensemble-cest-tout.html

Vi lascio con qualche foto, dalle quali vi farete un’idea della trama se non l’avete ancora letta, o non volete farlo.

1182868237_ensemble_c__est_tout2

huntingandgatheringpic

Ensemble-c-est-tout-european-cinema-35411918-500-332Ma non fatevi ingannare…

Irene

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...