Dalla Germania un giovane Goethe ribelle e innamorato: un film del 2010

Titolo: “Goethe!” o “Young Goethe in Love”
Anno: 2010
Interpreti principali: Alexander Fehling, Miriam Stein, Moritz Bleibtreu e Volker Bruch
Regista: Philipp Stölzl
Rating IMDB: 6.6/10

Trama
La vita di un giovane Goethe che ispira il racconto del giovane Werther…con finale romanzato, per fortuna di tutti noi!
Il film ipotizza che i dolori, le vicende e le passioni che scuotono e sconvolgono Werther siano quelle direttamente vissute da Johann durante il praticantato giudiziario in campagna svolto in giovinezza, dove conosce e si innamora – ricambiato – della bella e povera Lotte.
Questi si abbandonano al loro poetico amore, spirito e corpo, salvo poi rendersi amaramente conto di quanto la realtà sappia essere diversa dalla poesia.
L’amore romantico non tiene conto delle spese, delle bocche da sfamare, della maturità necessaria a far riuscire un matrimonio e gestire una famiglia numerosa come erano a quei tempi. L’amore poetico non tiene conto degli aspetti pratici della vita, ma solo della bellezza delle parole, dell’eleganza dei sentimenti, della profondità dell’ardente passione.
L’amore vero non dovrebbe riunire in sé entrambe le cose? Forse nella teoria. Forse oggi. Certamente non a quei tempi.
Lotte che, pur se con una vena letteraria romantica, resta una ragazza pragmatica cresciuta con una decina di pargoli intorno di cui prendersi cura come sorella maggiore, è la prima a capire questa verità. Ed aiuterà anche l’amato Johann a tornare “con i piedi per terra” incoraggiandolo a perseguire quei sogni che ancora su questa stessa terra sono realizzabili.

Opinioni
Forse eccessivamente romanzato, esasperato nella tragicità come nell’entusiasmo, ma poetico e toccante. E’ un film abbastanza completo: romanticismo, poesia, avventura, umorismo, equivoci, dramma, ridicolo, realismo…c’è un po’ di tutto. Ed è molto…giovane.
I protagonisti sono molto azzeccati…forse avrei scelto un Jerusalem più scenicamente presente, ma è pur vero che avrebbe evidenziato meno la figura alta e scapestrata del protagonista in blu e giallo, che forse è un po’ troppo farfallone come atteggiamento…ma forse rispecchia abbastanza l’animo ribelle di un giovane che allora aveva la faccia tosta di scrivere poesie e rime sulla natura, sulla vita, sulle donne invece di mettersi a studiare diritto!

Vederlo in tedesco con i sottotitoli è stata una bella esperienza però.
Non avevo mai visto un film in tedesco e, pur non trovandola una lingua musicale per le mie orecchie, mi ha costretta a riconoscere che sono io in errore. Ogni lingua può essere poetica e musicale se permette di esprimersi con tanta profondità di talento quale quello che troviamo nelle opere di Johann Goethe.
Sfortunatamente la grande diffusione della grandi opere come “I dolori del giovane Werther” tradotte ha permesso un’altrettanto internazionale risonanza di un tale talento ed ha arricchito la cultura, tuttavia purtroppo la maggioranza di noi legge libri, vede film, ascolta musica solo in italiano ( o nella lingua madre, quale che sia), ed al massimo in inglese.
E’ un impoverimento. Non possiamo porvi largo rimedio, tuttavia dobbiamo riconoscerlo. E’ uno sbaglio.

Detto ciò, ho trovato tutto realizzato molto bene. Attori giusti, ambienti realistici e ben curati nella loro confusione, un finale non eccessivamente triste come mi aspettavo.

Voto: 6/7


Con affetto,
Irene

Annunci

4 pensieri su “Dalla Germania un giovane Goethe ribelle e innamorato: un film del 2010

  1. Santo cielo! Il DVD di questo film ha un costo allucinante, però ha i sottotitoli in inglese. Magari cercando, cercando riesco a trovarlo a un prezzo accessibile. Mi ispira parecchio, nonostante tutto… Mai lette le poesie d'amore giovanili di Goethe? Io le ho, ma non mi sono ancora buttata nella lettura.

    All'epoca dell'università ero giunta al grande traguardo di riuscire a leggere e capire il tedesco, guardando praticamente qualsiasi parola su un dizionario. Ora, purtroppo, il mio tedesco è evaporato perché l'ho lasciato scivolare via, ma è in casi come questo o quando leggo quasiasi autore di lingua tedesca, come il mio adorato Stifter, per esempio, che mi pento di non aver 'coltivato' melglio la lingua.

    Ludo.

  2. non conoscevo questo film…
    mi permetto di segnalarti un film che troverai interessante si chiama”the royal affair”,è ispirata alla regina di danimarca(prima corte che si aprì alle idee illuministe)
    lo trovi in streaming su cineblog01,non so se esce in italia.ciau

  3. Anche a me era piaciuto questo film, insomma non un capolavoro da non perdere assolutamente ma molto carino, sulla scia Shakespeare in love e Becoming Jane.
    Per quanto riguarda la lingua io sono “mezza tedesca” e parlo quindi il tedesco piuttosto bene e trovo sia tutt'altro che una lingua dura o poco musicale. Per carità il francese lo è di sicuro molto di più ma trovo che anche quello del tedesco sia un mito da sfatare.
    E ovviamente sono d'accordo sul fatto che guardare sempre e solo film doppiati sia davvero un impoverimento.
    Ancora complimenti per il blog, vi seguo sempre volentieri, e credo di essere una tra i tanti , continuate così.
    ^__^

    (Ah, per il giveawey onestamente mi sarebbe piaciuto partecipare ma non avendolo mai fatto non sapevo bene cosa fare, oltretutto non possiedo un blog.)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...