George Kilburne: pittore nonché alleato della sottoscritta.

George Kilburne è vissuto tra il 1840 e il 1925 circa in Inghilterra ( come poteva essere altrimenti ), che dipinse prevalentemente scene di vita quotidiana della Upper Class britannica, ed è ricordato principalmente per la grande attenzione che poneva nei piccoli dettagli, come gli abiti o le decorazioni della stanza. E’ un pittore molto apprezzato e membro di tante ” Royal Society” legate alla sua professione.

Vi chiederete perché è un fedele alleato della sottoscritta come detto nel titolo del post. Ebbene, ritraendo scene di vita del suo tempo fornisce, insieme ad altri autori similari, spunti ispirazione insegnamenti ed è utile quando necessito di qualche immagine per post o altri progetti. Vediamo insieme alcune delle sue opere.

” Miss Pinkerton’s Accademy” raffigura un gruppo di allieve di un collegio femminile durante l’ora della passeggiata, si suppone, sotto il controllo di un’arcigna e anziana zitella, evidentemente Miss Pinkerton, aiutata da un’insegnante che chiude il corteo.Ogni ragazza è naturalmente vestita come si conviene, con cappellino, guanti, parasole e scarpette scure da passeggio. Sono molto ben resi i vestitini delle giovani, che è importante notare sono di età diverse tra loro. Nei collegi infatti vi erano contemporaneamente fanciulle di varie età. Vi si poteva trovare la bambina di sei come la giovane di sedici, e in alcuni casi al compimento della propria istruzione, passavano ad essere insegnanti nello stesso collegio, naturalmente questo le ragazze meno abbienti che dovevano necessariamente lavorare.
Questa ad esempio è deliziosa. Si intitola “Penning a Letter” e non necessita di tanti chiarimenti. Mi piace la posa della giovane, un po’ statica forse ma davvero elegante. Sono carini il portalettere e i ciuffi scarmigliati sulla testa. 
Questa invece è “The New Spinet” ed evidentemente raffigura una giovane donna che prova la spinetta che le è appena stata fatta in dono, possiamo supporre dall’uomo che le siede dietro e che non ho ancora ben capito se è il padre o un corteggiatore. Ma opterei per la seconda. E’ molto interessante per gli abiti (stile impero per lei, rigorosamente bianco, e cravatta bianca inamidata con colletto alto per lui, abbinata a panciotto beige e completo marrone a righe. Le calze grigio-blu sono un tocco in più)
“The Wedding Dress” fa invece venire in mente i lunghi ed estenuanti preparativi che si devono sostenere tutt’oggi per un matrimonio. Allora uno dei tanti era l’abito da sposa, che veniva acquistato e fatto sistemare dalle sarte per le più abbienti, oppure cucito e/o adattato dalle classi medio basse. Per inciso, ho sempre sognato di avere una finestra ad altezza busto con la panca sotto, così da potersi accoccolare e guardare giù. Dettaglio particolare i pezzetti di stoffa sparsi sul pavimento.
“Lady reading”. La fantasia per i titoli delle opere non è prodigiosa, comunque detto questo e ricordando che in generale si era i più semplici e concisi possibile in questo campo, non oso immaginare come avrà i capelli la povera giovane che si è messa comodamente a leggere sulla dormeuse senza sistemarli prima di poggiarli sul cuscino. Allora, non come ora, la lettura era un’attività fondamentale della giornata di una donna di ceto sociale elevato, e anche di un uomo.
” Absence” . Questa povera fanciulla sembra dire “quanto mi manchi ” osservando malinconica il volto dell’amato nella piccola cornice posta sul caminetto. Lo scialle lasciato sulla poltrona è uno dei dettagli cari a Kilburne.

E finiamo in bellezza con un bel dipinto raffigurante una Fox Hunting, di cui abbiamo parlato ampiamente qui. ” The Cheshire Hunt: The Meet at Caverley Hall “. Probabilmente potremmo vedere Kilburne su uno di quei cavalli, perché era un uomo molto sportivo e uno dei suoi sport favoriti era proprio la caccia.

Spero che questa carrellata di bei dipinti vi abbia rallegrate e ispirate come ha fatto con me. Su Google immagini se ne trovano altrettanti molto belli. Io ne ho messi solo alcuni, naturalmente.

Con affetto, 

Irene

Annunci

9 pensieri su “George Kilburne: pittore nonché alleato della sottoscritta.

  1. Atmosfera magica, meravigliosa. E che piacere scorrere queste immagini con la musica in sottofondo.
    Quella a me più consona è la Penning a Letter.

    Grazie Irene, tornerò ad ammirarle per riprovare un momento di tranquillità.
    Buon fine settimana SusannaCerere

  2. Grazie per avermi fatto conoscere questo autore e queste sue belle opere! Ottimo il commento al quadro sulla fanciulla che legge… E devo associarmi al desiderio “di avere una finestra ad altezza busto con la panca sotto”… Non riesco a pensare ad un luogo migliore per leggere, scrivere, bere il mio tè! Ciao, carissima!

  3. Nemmeno io conoscevo questo pittore, ma mi piace molto (e vi ho riconosciuto l'autore di una delle copertine di una delle riedizioni Sperling della Heyer – che non era indicato).
    Grazie per avercene parlato

  4. Bellissime immagini … quanto era bella la vita di un tempo, lasciatemelo dire. E anche fin dai tempi del cartone di Peter Pan ho sempre desiderato la classica finestra inglese con la panca. Altra cosa che accomuna tanti vedo …

  5. Grazie tutte, sono contenta che abbiate condiviso la mia impressione su questo autore e sulle sue opere….si fa un tuffo nel passato ammirandole, un meraviglioso tuffo in un meraviglioso passato. Un bacio a tutte voi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...