18 di Folgate Street, Londra: dove il tempo si è fermato..

Al 18 di Folgate Street, Spitalfields, Londra.
Indirizzo dove il tempo si è fermato..

Dennis Severs

No, non sono impazzita. Vi racconto la storia dall’inizio, cercando di svilupparla con un certo ordine logico anche se non è il mio forte. Dunque, un certo Dennis Severs nato il California nel 1948 decide di trasferirsi a Londra stabilmente, dopo vari altri viaggi nella città, attirato da quella che lui definisce “English Light”. E fin qui niente di strano, dal momento che quella stessa “English Light” attira anche me come una potente calamita. Attratto dalla Londra di un tempo, imparata ad amare attraverso gli occhi di Dickens, decide che vuole fare più che semplicemente abitare a Londra. Vuole abitare nella Londra di prima. E come fa? Semplice, trova questa casa di dieci stanze, che era stata di proprietà di una famiglia di ugonotti, i Gervais ( anglicizzati Jervis), e ne fa la sua abitazione. Abitazione ma anche museo. Infatti ognuna delle dieci stanze è arredata con uno stile storico differente passando fra il XVII e il XIX secolo. Le stanze sono sistemate come la sua mente immaginava che fossero quando la famiglia vi abitava in quel dato periodo. Quindi vi si possono trovare pezzi di pane smangiucchiato, uno stivale sparso per la stanza e un gran macello in sostanza. Però si tratta di confusione storica, e tutto va bene. Ogni stanza è caratterizzata anche per odori e suoni adatti al periodo storico al quale è ispirata. E la cosa bella è che non era semplicemente un’opera d’arte, lo schiribizzo di un artista che si era divertito a inscenare scene di vita quotidiana antica. Lui VIVEVA in quelle stanze, illuminando solo con candele e vivendo senza elettricità e quindi senza elettrodomestici. Ha vissuto come se fosse un uomo del XVII secolo. Lui disse che “aveva lavorato per creare una raccolta di atmosfere: stati d’animo che accolgono la luce e lo spirito di periodi passati“. Non si vedeva come il curatore di un museo, ma come un artista che aveva usato la sua immaginazione di turista per raccogliere un’atmosfera che impiegò per creare l’opportunità ad altri di vivere una simile esperienza straordinaria. Peter Ackroyd, famoso scrittore, disse che “una giornata attraverso quelle stanze diventa una giornata attraverso il tempo”. E deve essere davvero un’esperienza particolare. Dennis morì nel 1999, e la casa è ora aperta al pubblico. Il tour si svolge in assoluto silenzio, come se parlare significasse profanare quel momento di passato. La casa è una capsula del tempo e il motto è ” You either see it or you don’t” cioè ” o si vede o non si vede”. Non lo commento perché confido che si spieghi da solo.
Potete trovare altre informazioni nel sito ufficiale.  


Con affetto, 
Irene




Vi lascio con alcune immagini:

Le scale
La camera da letto

Annunci

Un pensiero su “18 di Folgate Street, Londra: dove il tempo si è fermato..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...