Tutti alle terme nella storica spa di Bath

Sarà che avrei tanta voglia di rilassarmi in un centro benessere, sarà che ho sempre amato le terme, sarà che sono in Inghilterra, ma voglio parlarvi delle Terme di Bath.

Entrata

Ne abbiamo sentito parlare quasi in ogni romanzo, biografia o period drama. Per trovare giovamento alla gotta, ai reumatismi e ad ogni altro dolorino di gioventù, come per sfuggire alla frenesia di Londra e passare qualche tempo in totale rilassamento. La struttura termale iniziale si pensa risalga ancora ai tempi prima dei Romani, che ne fecero comunque un centro termale di tutto rispetto, innamorati come erano delle terme e dei bagni turchi. Circa dal 1200 si cominciò ad usare non solo come divertimento ma anche dal punto di vista medico, comprendendo quanto fosse benefico per la salute. Le varie visite del Re fra il 1500 e il 1600 incrementarono la fama delle terme di Bath. Da allora numerosi Re e Regine, come la Regina Anna e Maria di Modena moglie di Giacomo II, fecero regolari visite alla Bath Spa per trovare ristoro dai faticosi impegni del resto dell’anno.

Pump Room Bath
Negli anni ’20

Rimaste in funzione per secoli, e ancora in voga negli anni ’20, ’30 fino ai ’70, nel 1978 furono chiuse varie strutture separate che erano nate nel corso dei secoli precedenti: New Royal Baths, Hot Bath, Cross Bath, la piscina di Beau Street e la Pump Room.

E’ tuttora possibile visitare le antiche terme, e dopo la faticosa gita rilassarsi alle Thermae Bath Spa. Una moderna struttura continuamente aggiornata con gli ultimi ritrovati in campo di benessere del corpo, e anche dell’anima direi! Piscine di ogni forma e dimensione, trattamenti di bellezza, massaggi rilassanti; alcuni fra i migliori architetti moderni del campo si sono impegnati e si impegnano per realizzare le forme particolari di ogni sala, in un piacevole contrasto con l’architettura antica dell’esterno. Davvero bello!

E poi è un luogo intriso di storia. Pensate che nel 1799 Edward Austen, il fratello di Jane, bevve l’acqua della Spa nella Hot Bath Pump Room!

Una delle piscine
Piscina sul tetto della Spa

Bath aspettaci!!

Con affetto,

Irene

Annunci

2 pensieri riguardo “Tutti alle terme nella storica spa di Bath”

  1. Che combinazione! Le ho visitate nel corso della mia vacanza inglese quest'estate.
    Bath mi è piaciuta moltissimo, e i Roman Baths sono state una delle cose che ho visto che mi hanno affascinata di più. Devo ammettere che, non essendo mai stata a Roma, queste sono state le prime terme antiche che abbia mai visitato, e le ho trovate molto interessanti.
    Nei mesi di luglio e agosto i Roman Baths chiudono alle 22, e la visita serale è davvero d'effetto, perché le vasche sono illuminate dalla luce delle torce. E' tuttora visibile la sorgente da cui sgorga l'acqua calda, che ha una forte concentrazione di ferro (e difatti lascia una colorazione rossiccia).
    Il biglietto è un po' caro, costava ben 12,50 sterline, ma vale la visita: un'audioguida spiega per filo e per segno un sacco di argomenti, e sono esposti numerosi frammenti dei portali dei vecchi edifici, oggetti vari, sepolture ritrovate in loco, una bella testa della statua della dea Sulis-Minerva (a cui i bagni erano dedicati, da cui anche l'antico nome della città: Acquae-Sulis)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...