John Constable: il pittore romantico inglese per eccellenza

Oggi parliamo di un argomento che non avevamo ancora mai trattato ma non per questo di minor valore. 
La pittura. E naturalmente della pittura nell’Ottocento Inglese. Uno dei principali esponenti del Romanticismo Inglese in quest’arte, o almeno il mio preferito, è John Constable.

John nacque in un paesino del Suffolk nel 1776 in una famiglia abbastanza agiata anche se non aristocratica; suo padre infatti era un ricco mercante di cereali. Inizialmente destinato all’azienda paterna a causa del ritardo mentale del fratello maggiore, per sua e nostra fortuna convinse il padre a farlo proseguire nella carriera artistica che prima aveva solo seguito come passatempo o hobby per usare un termine moderno. Dai suoi dipinti scaturisce l’autentica passione che aveva per la pittura e per la sua terra e la semplicità che espresse nelle parole: “Il suono dell’acqua sgusciante dagli argini del mulino ecc., salici, vecchie tavole marce, pali limacciosi, e strutture in mattoni, io amo queste cose”. E le stesse cose qui descritte sono anche quelle che ritrasse nelle sue opere. Si dedicò saltuariamente anche al ritratto e alla pittura religiosa, ma erano i suoi luoghi, la sua gente che voleva immortalare. Io lo immagino come un uomo buono, semplice ma notevolmente intelligente e innamorato della vita.  Anche il viso della donna che sposò, prima sua amica d’infanzia, rivela a mio parere quello che ho espresso. Ecco Maria Bicknell Constable

Non è carina?? A me piace molto. Da un senso di modesta semplicità ma anche di intelligenza. E inoltre il loro fu un legame solido e molto forte; quando nel 1828 Maria morì all’età di 41 ammalata di tubercolosi poco dopo la nascita del loro settimo figlio, John disse: “Ad ogni ora non faccio che sentire la mancanza del mio Angelo — Dio solo sa come dovranno essere tirati su i miei bambini … su questa faccia di terra ormai completamente cambiata per me” . Fu ammesso alla Royal Academy all’età di 51 anni e cambiando la sua decisione giovanile di non fare l’insegnante, fu nominato Ispettore e si impegnò in pubbliche letture per gli studenti fino alla sua morte, avvenuta nel 1835 a causa di un’indigestione.

Ed ora vi lascio con alcune delle sue opere più belle, almeno a mio parere.


Con affetto, 
Irene

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...